Notiziario tematico

Donne e teoremi, due universi paralleli e inconciliabili? Dopo il post sul pregiudizio che rende ardua la carriera delle scienziate – pregiudizio misurato e spiegato dall’economista Luigi Zingales in una ricerca di rilievo internazionale – pubblichiamo ora l’intervista a Elisabetta Strickland, professoressa di Algebra all’Università di Roma Tor Vergata e vicepresidente dell’Istituto Nazionale di Alta Matematica. Il pregiudizio contro le donne scienziate è davvero così forte?

«I dati europei dicono che più del 50% dei laureati in materie scientifiche è donna ma quando si passa alla fase successiva la situazione cambia bruscamente: nella fascia dei ricercatori assunti solo il 30% sono donne. Ai livelli superiori, poi, il profilo di carriera diventa drammatico: nelle università italiane – ma è un dato comune in Europa – solo il 16,5% dei professori di ruolo sono donne, in tutte le materie scientifiche. Scarseggiano soprattutto in ingegneria e fisica. Va meglio in matematica, ancora di più in biologia e chimica. Ma in generale nelle scienze dure le donne sono davvero poche 

La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini, ha deciso di rifinanziare, con una somma complessiva di quasi 9 milioni euro, due bandi dedicati a sostenere progetti per le Smart cities & communities (4,9 milioni) e per la creazione di reti d'impresa (4 milioni). Il provvedimento è stato presentato in conferenza stampa dal presidente Roberto Maroni e dallo stesso assessore Melazzini.

SOSTEGNO A NUOVE DOMANDE - "I 9 milioni resi disponibili grazie al provvedimento della Giunta - ha spiegato Melazzini - si sommano ai fondi già previsti per i due bandi per i quali dunque stanziamo una somma complessiva di 40 milioni. Questi fondi, che vanno a sostenere strumenti estremamente efficaci e molto attesi e desiderati dalle imprese, permetteranno di accogliere alcune domande inserite in graduatoria ma non finanziate in un primo momento per mancanza di fondi: 3 per le Smart cities & communities e 27 per le reti d'impresa". "Si tratta - ha proseguito l'assessore - di un ulteriore rifinanziamento, dopo quello dello scorso aprile (altri 9 milioni), che va a inserirsi in una strategia di rilancio per le imprese, che vuole stimolare la creatività, supportare la ricerca e l'innovazione e favorire nuova occupazione". BANDO SMART CITIES & COMMUNITIES - Obiettivo dell'iniziativa è sostenere progetti di ricerca applicata e sviluppo sperimentale, nel settore delle Smart Cities & Communities, finalizzati alla realizzazione di soluzioni intelligenti di problemi di scala urbana, metropolitana e territoriale, attraverso l'utilizzo di un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione. Due gli abiti di intervento: sostenibilità ambientale e innovazione sociale. Grazie alla delibera di oggi, complessivamente saranno finanziati 14 progetti, di cui 8 relativi alla sostenibilità ambientale e 6 all'innovazione sociale, con un contributo regionale complessivo di 27,6 milioni. I progetti finanziati coinvolgono 99 imprese e 31 organismi di ricerca (22.000 lavoratori occupati).

E' dedicato a Expo 2015 e agli imprenditori che si sono distinti nei campi dell'imprenditoria femminile, innovazione, tutela dell'ambiente e internazionalizzazione l'Ambrogino d'Oro delle imprese, il Premio Piazza Mercanti della Camera di Commercio di Milano consegnato oggi nel corso di una cerimonia al Teatro alla Scala. Sono cinque gli imprenditori, provenienti da Milano e provincia, che stamattina lo hanno ricevuto, tra di loro anche lo chef stellato e conduttore tv, Carlo Cracco, che ha portato le eccellenze della gastronomia italiana nel mondo ed è anche ambasciatore di Expo 2015.

Sono state premiate con una medaglia d'oro della Camera di Commercio e un diploma anche 156 imprese del milanese e 145 lavoratori nell'ambito della venticinquesima edizione del premio Milano Produttiva. Le imprese con almeno vent'anni di attività ininterrotta hanno ricevuto un riconoscimento per "la correttezza commerciale e l'impegno imprenditoriale", mentre i lavoratori e i dirigenti, rispettivamente con 25 e 15 anni di servizio continuativo nella stessa azienda per "diligenza e attaccamento al lavoro". 

Le tre albergatrici ambasciatrici dell'ospitalità italiana nel mondo, l'imprenditrice nell'arte che offre opere a noleggio, la tour organizer capofila di imprese femminili, la start up col veicolo per gelati a emissioni zero, il portale per raccogliere crowfunding a favore di progetti culturali, le opere d'arte realizzate con materiali di riciclo, l'impresa che diffonde la conoscenza delle intolleranze alimentari, le presentazioni di libri sull'alimentazione nelle piazze della città, la wedding planner specializzata nelle diverse culture etniche, la app per aiutare i bambini a visitare un museo. Sono alcuni dei 24 progetti del Tavolo Expo Donne, questa sera dalle 17,30 in Camera di commercio, palazzo Giureconsulti, piazza Mercanti 2. "Expo rappresenta un'opportunità per le donne imprenditrici, per la ricaduta economica e occupazionale e anche per la creazione di nuove imprese - ha dichiara to Federica Ortalli, presidente comitato Imprenditoria Femminile e membro di Giunta della Camera di commercio di Milano